Vincere la lotta con il cirillico: prime impressioni

cyrillic

Здравствуйте ребята!

Ho appena finito la mia prima settimana di lezioni e ho pensato di condividere con voi come si svolge normalmente una tipica giornata di lezioni alla Liden & Denz. La mia classe è composta da un gruppo di persone molto interessanti: una signora turca che vive a Mosca con la sua famiglia, un ragazzo americano ed una ragazza inglese, i quali entrambi insegnano inglese a Mosca, ed una studentessa di Hong Kong che sta facendo un exchange per la sua università in Scozia. Ognuno porta un pizzico di entusiasmo e nuove idee nella nostra classe.

Le lezioni si svolgono ogni giorno, dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 14, con qualche pausa tra una lezione e l’altra. Abbiamo due insegnanti: Sasha il lunedì e il venerdì, ed Anya da martedì a giovedì. Solitamente iniziamo parlando delle notizie più importanti presenti sul quotidiano “Metro”, che viene distribuito gratuitamente nelle principali stazioni di tutto il mondo. Ognuno di noi sceglie un piccolo articolo, lo legge e lo riassume al resto della classe, evidenziando le parole mai incontrate prima. Al nostro livello, B1+ (lower intermediate nella scala CEFR), leggere il cirillico è ancora un problema e questo è un ottimo metodo per far lavorare il cervello (a volte mi sembra proprio di sentire gli ingranaggi muoversi). A volte ascoltiamo il canale delle notizie live e facciamo pratica con la comprensione orale, anch’essa abbastanza impegnativa. Entrambi questi esercizi sono funzionali per familiarizzare con il vocabolario necessario per la vita di tutti i giorni.

Ogni giorno dedichiamo un po’ di tempo ad argomenti sui quali ognuno può esprimere la sua opinione, ad esempio, l’amicizia e le relazioni. La scorsa settimana abbiamo trascorso molto tempo discutendo delle caratteristiche e delle qualità delle amicizie di lunga data, come anche delle differenze tra uomo e donna nelle varie culture. Nel corso della lezione, l’insegnante mette alla prova la nostra conoscenza delle regole grammaticali e coglie l’occasione per aggiungere nuove parole e strutture.

Dato che il mio obiettivo finale è quello di essere in grado di tradurre dal russo all’inglese, la comprensione scritta e orale è molto importante ed anche la parte più difficile. Per compensare le mie difficoltà nella lettura, per esempio, nei primi giorni a Mosca, quando ero in metro memorizzavo i vari nomi delle stazioni perché non hai mai il tempo di rilassarti un momento e leggere qualcosa (soprattutto nell’ora di punta)!

Il metodo di insegnamento della scuola è comunicativo e deve essere necessariamente essere supportato o da un impegno autonomo di lettura nel tempo libero o da lezioni individuali addizionali. Mentre imparare qualsiasi lingua è un grande impegno, imparare il russo non è adatto ai deboli di cuore e richiede grande dedizione per padroneggiarlo al meglio. Le persone che iniziano ad impararlo da zero hanno veramente tutto il mio rispetto!
3 dritte per ottenere il massimo dalla tua full immersion russa

Cosa puoi fare per essere sicuro di ottenere il massimo dal tempo speso a Mosca (o a San Pietroburgo o a Riga)?

Oltre ad essere sveglio ed avere del caffè in corpo (non sarebbe nemmeno da dire), i seguenti punti possono aiutare:

IMPEGNO: cogliere ogni opportunità per parlare in russo, che sia dal fruttivendolo, al cinema, al bar o con lo staff della scuola. La maggior parte dei russi sarà paziente e vi aiuterà. Potrebbe essere spaventoso ed intimidatorio, ma cogliete la palla al balzo e approfittate dei madrelingua che vi circondano finché potete, perché non saranno con voi per sempre.
ASCOLTATE: che sia un podcast in russo, o le notizie, o un audiobook, provate ad ascoltate tutto quello che potete in russo. In città trasmettono moltissimi film di successo quindi impegnatevi ed andate a vederli. Consiglio: i biglietti costano meno la mattina. Anche se non capite tutto subito, riuscirete ad assorbire più di quello che credete.
LEGGETE: la Liden & Denz ha una biblioteca ben fornita con molti classici della letteratura russa adatti a vari livelli di apprendimento. Passare dall’alfabeto latino a quello cirillico può essere la cosa più difficile, soprattutto andando avanti con gli anni. Cambiate le impostazioni del vostro cellulare e del pc al russo o prendete una traduzione di un classico della vostra lingua madre. Più sforzate il vostro cervello a visualizzare la lingua, più riuscirete a connetterla con quello che sentite intorno a voi.

Spero che qualcuno di questi punti possa essere d’aiuto nel vostro viaggio alla scoperta del russo!

Alla prossima!

[Translated into Italian by Elena Bianchini, can find the original article in English here]

 

Posted by Elena Bianchini

Hi everyone! My name is Elena and I’m a young italian student actually based in Moscow. I just got my graduation in languages and economics. I can speak English, Russian and Spanish. I’m really interested into traveling and exploring new places. So I decided to spend four months in Russia, studying at the Liden & Denz Centre of Moscow, in order to improve my russian and reach a good level of speaking. In future I would like to work in the commercial sector connected with the russian market. Furthermore, I love every aspect of the russian culture and I would like to analyze it deeper. I’m really interested into the history and the traditions of this country. I’m here in Moscow just from one month and I’m already in love with this city!

Leave a Reply

Be the First to Comment!

avatar
wpDiscuz