[Covid-19]: Liden & Denz passa all`apprendimento a distanza

Far fronte all’emergenza Coronavirus in Russia con l’apprendimento a distanza

31 Marzo, 2020

Sin dall’inizio della diffusione dell’ormai tragicamente famoso Coronavirus, in tutto il mondo è radicalmente cambiata la definizione di vita quotidiana. Senza dubbio, essere costretti ad astenersi dai contatti sociali e, per molti di noi, ritrovarsi chiusi in casa, ha significato la sospensione di molte delle nostre abituali attività. Ciononostante, imparare una lingua straniera è ancora possibile grazie all’apprendimento a distanza.

La rapida espansione dell’epidemia in Europa mi aveva inizialmente lasciato positivamente sorpresa delle sue limitate ripercussioni in Russia, fino a che non abbiamo ricevuto la notizia dell’improvvisa apparizione del virus a Mosca. Mentre la vita continuava a scorrere piena di energia a San Pietroburgo come se la città si trovasse su un altro pianeta, Mosca è stata chiusa. La scorsa settimana è stato imposto il regime di quarantena, e ciò è valso anche per la nostra filiale nella capitale. Come misura preventiva, la nostra scuola di Pietroburgo ha subìto la stessa sorte. “Ok, addio al mio studio della lingua russa”, ho pensato. La mia insegnante potrà anche essere la migliore insegnante che abbia mai avuto, ma come avrei potuto continuare a fare progressi come prima?

E poi la prima lezione è cominciata. Sorprendentemente, tutto ciò che bisogna fare è cliccare su un link ed il gioco è fatto. Nessuna perdita di tempo cercando di sentire l’insegnante o senza riuscire a far funzionare la webcam, come il mio scarso “savoir-faire” informatico mi ha spesso insegnato. La lezione è cominciata e mi sono ritrovata a concentrarmi su una domanda su “preposizionale o accusativo?” così intensamente che mi sono quasi dimenticata dei bicchieri di vino vuoti rimasti dietro al mio computer dalla sera prima. Godendomi la mia tazza di tè e il mio pigiama per un po’ di tempo in più del solito, ora posso addirittura scambiare la corsa nell’affollata metropolitana mattutina per qualche minuto in più nel mio letto. L’insegnante semplicemente scrive tutto ciò che avrebbe scritto sulla lavagna nella chat di gruppo e usa lo stesso sistema per condividere i suoi documenti con noi.

Frequento le mie lezioni di russo insieme a due studenti, i quali sono anche i miei migliori amici qui in Russia. È facile dire che anche quando non manca il buonumore una lezione online possa rivelarsi difficile, ma le cose non stanno così. La piattaforma che usiamo, Zoom, ci consente di vedere tutti i membri della classe mentre la persona che parla viene automaticamente ingrandita sullo schermo. Questo ti spinge a concentrarti ancora di più; infatti, il fatto che le singole interazioni tra gli studenti vengano sentite ugualmente da tutti, spinge ciascuno a scherzare meno con i propri compagni e a distrarsi.

Stiamo ancora studiando russo e ogni giorno ci avviciniamo di un passo verso la comprensione di questa incredibile grammatica. Non solo facciamo qualcosa di importante per noi stessi e per la nostra sete di conoscenza, ma restando a casa non contribuiamo alla diffusione del virus. Forse eviteremo la crisi che stanno affrontando le nostre famiglie e i nostri amici in Europa, e forse la Russia, che ci affascina così tanto da spingerci a studiare la sua lingua, potrà evitare le stesse sofferenze. Restate a casa, non ve ne pentirete! Ma non abbandonate mai lo studio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *