False leggende sulla cucina russa

La maggior parte delle persone che decidono di visitare la Russia partono con una concezione sbagliata della cucina russa. Un paio di anni fa, ho deciso di comprare un libro sulla tradizione culinaria russa intitolato “Sapori dalla Russia”. Dato che allora stavo studiando l’arte culinaria e l’ospitalità, ho pensato potesse essere interessante approfondirne la conoscenza ed imparare alcune ricette. Vi racconterò i principali stereotipi e pregiudizi che gli stranieri hanno nei confronti della cucina russa.

1. Hanno solo carne e patate
Nulla potrebbe essere più falso. Infatti, un tipico banchetto russo comincia con un tavolo traboccante di insalate di verdure fresche, sottaceti, formaggi e pesce affumicato.

2. È pesante
Solo se lo vuoi. Un pasto russo preparato con cura attinge da una vasta gamma di prodotti lattiero-caseari, pesce e prodotti orto-frutticoli. Certo, può essere molto ricco ma questo non significa necessariamente pesante.

3. Fa ingrassare
Falso. La cucina russa utilizza tutto, dai cereali alle verdure.

4. È solo una scusa per bere vodka
La vodka è la bevanda alcolica nazionale e per centinaia di anni è stata parte integrante dei pasti tipici russi (soprattutto la ricca varierà di infusi di vodka), ma questo non significa che bisogna berne in eccesso. Comunque, la vodka si accosta perfettamente ai piatti principali della cucina russa.

5. Occupa troppo tempo. Perfetta per le sale da tè russe ma da preparare a casa?!
In realtà la cucina russa casalinga non prende molto tempo. Le zuppe vanno cotte a fuoco lento per qualche ora (ma potete metterle sul fuoco e fare qualcos’altro nel frattempo), mentre le insalate fresche si preparano in un batter d’occhio.

6. Ci sono più di 101 modi di preparare la verza.
Sì, proprio la verza. Può essere servita cruda, in conserva e cotta. Ha un forte ruolo secondario sulla tavola russa ma non ruba mai la scena. La cucina russa è tutto tranne che monocromatica.

7. Non ci sono buoni dessert.
I russi amano i dessert cremosi, le torte leggere e friabili.

Quello che voglio dire con questo è che, una volta arrivati in Russia, dovrete sperimentare voi stessi la cucina russa. Nel nostro blog troverete un’immensità di ristoranti e caffè, sia a Mosca che a San Pietroburgo, dove potrete approfondire la vostra conoscenza. Ad esempio, a me piace molto andare in due ristoranti in particolare: Теремок e Чайная Ложка, dove potrete trovare una vasta gamma di blini con diverse farcire e tantissimi piatti tipici russi. Vi invito anche a partecipare a delle lezioni di cucina per impararne di più a riguardo. La nostra scuola vi offre anche l’opportunità di partecipare a queste lezioni due volte al mese.

 

[Translated into Italian by Elena Bianchini, can find the original article in English here]

Avatar

Posted by Elena Bianchini

Hi everyone! My name is Elena and I’m a young italian student actually based in Moscow. I just got my graduation in languages and economics. I can speak English, Russian and Spanish. I’m really interested into traveling and exploring new places. So I decided to spend four months in Russia, studying at the Liden & Denz Centre of Moscow, in order to improve my russian and reach a good level of speaking. In future I would like to work in the commercial sector connected with the russian market. Furthermore, I love every aspect of the russian culture and I would like to analyze it deeper. I’m really interested into the history and the traditions of this country. I’m here in Moscow just from one month and I’m already in love with this city!

Leave a reply