L’ospite perfetto: breve guida all’ospitalità in Russia

Guida all'ospitalità in Russia

La prima volta che venni in Russia due anni fa, decisi di prenotare per conto mio una serie di hotel e ostelli sparsi per Mosca, Tver’ e San Pietroburgo. All’epoca non conoscevo nessuno che potesse ospitarmi e di conseguenza non ebbi mai l’occasione di entrare in una casa russa durante quel viaggio.

All’inizio di quest’anno invece, subito dopo aver pianificato di volare qui per i miei tre mesi di tirocinio, ho deciso di cercare una stanza in un appartamento condiviso, ed è così che sono finita nella dimora di un cordiale ed autentico russo, nel centro di San Pietroburgo. In quest’occasione ho sperimentato l’ospitalità russa per la prima volta, senza saperne nulla, e ne sono rimasta piacevolmente colpita.

L’ospitalità qui segue regole e rituali ben precisi, che è utile conoscere con anticipo per non lasciarsi cogliere impreparati e fare così buona impressione fin da subito sui padroni di casa.
Ecco quindi una lista di regole e consigli basati sulla mia esperienza e utili in vista di un soggiorno nella casa di un autentico host russo.

Regole

Regola numero uno: togliersi le scarpe. Non appena varcherete la soglia di casa, troverete una scarpiera o un mobiletto dove riporre le vostre scarpe. Quella di lasciare le scarpe nell’ingresso è un’abitudine comune e molto sensata perché, così facendo, non si rischia di ritrovare il pavimento di casa tutto sporco una volta che gli ospiti se ne sono andati. Inoltre, ogni buon padrone di casa ha a disposizione qualche paio di ciabatte extra per gli ospiti, perché possano indossarle e mantenere così i calzini bianchi.

Regola numero due: presentarsi con un regalo. Portare un pensiero alla famiglia ospitante è un gesto tipico e molto gradito. Non deve necessariamente essere un regalo particolarmente grande o costoso. Un pensiero fatto con il cuore (e che magari sia tipico del vostro Paese) andrà benissimo. E ricordate: tantissime fiorerie in Russia rimangono aperte 24h su 24, il che è perfetto per gli inviti dell’ultimo minuto!

Regola numero tre: mostrare apprezzamento e gratitudine. Okay, questa probabilmente è una regola che vale in qualsiasi casa di qualsiasi Paese. Tuttavia, in Russia, è particolarmente indicato mostrare apprezzamento per quello che vi viene offerto, specialmente quando si tratta di pietanze preparate personalmente da chi vi ospita. Se il tavolo è imbandito di delizie, probabilmente significa che il padrone di casa ha passato ore ai fornelli in vostro onore. Sentirsi apprezzato gli farà più che piacere.

Consigli

Consiglio numero uno: presentarsi a stomaco vuoto. Sia che stiate per andare a trovare un amico russo per cena o per un tea party pomeridiano, preparatevi a trovare la tavola riccamente imbandita. In quanto a ospitalità, i Russi riservano sempre tantissime attenzioni per i propri ospiti, a prescindere dall’occasione o dal momento della giornata. Vogliono far sì che ognuno si senta a proprio agio, il che include…tantissimo cibo!

Consiglio numero due: leggere molto ed essere curiosi. Date un occhio alle news, guardate il telegiornale e abbiate sete di conoscenza. I russi amano intrattenersi con lunghe ed interessanti conversazioni e, di norma, agli argomenti frivoli preferiscono temi più seri e pensati. Confrontare le proprie idee riuniti a tavola è un passatempo molto diffuso nelle case russe.

Consiglio numero tre: non esagerare con la vodka! Tutti sapranno che in Russia una bottiglia di vodka (o più di una…) sul tavolo è un must mentre si banchetta con gli amici. La gente locale solitamente riempie i bicchieri dei commensali e poi li invita a berla tutta in un sorso brindando a mille cose diverse. Vista la popolarità della vodka, è lecito presumere che i russi abbiano sviluppato una resistenza maggiore agli effetti di questo alcolico, quindi non lasciatevi intimidire! Se non volete che il vostro bicchiere venga riempito per l’ennesima volta ditelo con gentilezza e nessuno si offenderà.

Grazie a questa raccolta di regole e consigli ora siete pronti ad entrare in una casa russa equipaggiati con tutto ciò che vi serve, pronti per godervi una bella permanenza. Sono certa che il clima di convivialità che si respira nelle case russe sorprenderà anche voi come ha sorpreso me. Preparatevi ad un’esperienza unica nel suo genere!

Anna P

Posted by Anna P

Anna is a student and intern at Liden & Denz, she likes to say she came from Venice to the Venice of the North, Saint Petersburg!

Leave a reply