La musica russa come strumento di apprendimento

Musica russa per apprendimento

Che ci crediate o meno ascoltare un po’ di musica russa migliorerà esponenzialmente le vostre capacità di comprensione sia della lingua che delle sue strutture grammaticali. Ve lo dico per esperienza! Vi avverto, all’inizio potreste sentirvi un po’ disorientati dal fiume di parole a voi nuove, ma con l’andare del tempo sarà sempre meglio e vi darà sicurmante una grande mano con l’ascolto e la comprensione.

Bene, andiamo al sodo. Per colore che intendono dare una chance a questo metodo ho qui una lista di artisti di vario genere che ritengo essere un ottimo punto di partenza per approcciarsi a questo mondo e alle sue molteplici sfaccettature.

Монеточка (Monetočka)

монеточка

Partiamo col botto: ecco a voi l’astro nascente della musica russa contemporanea. Questa giovane cantante originaria di Ekaterinburg ha portato una vera e propria ventata di novità sulla scena musicale. I suoi beat vanno dal in stile pop anni ’80 a ritmi più vicini alla disco/EDM, ma in ogni sua canzone c’è un elemento comune: i contenuti molto attuali. Tratta infatti di temi come la protesta contro il sistema, i problemi dell’adolescenza e gli amori finiti. Personalmente penso che la parte più interessante del suo lavoro siano i  testi, perché riesce a portare messaggi importanti ma in modo meno pesante.

Ленинград (Leningrad)

ленинград

Come non menzionare i miei preferiti. Una band che tra gli stranieri è conosciuta più che altro per il loro grande successo del 2016 “В Питере пить”, ma credetemi ha molto altro da dare. Infatti nelle loro canzoni parla molto spesso di temi legati al sociale cercando di dare, sempre a modo loro, una quanto più fedele rappresentazione della realtà russa. Perciò, vi consiglio di dargli una possibilità se volete capire meglio la Russia moderna per quanto riguarda cultura, mentalità e abitudini, il tutto contornato da un linguaggio abbastanza colorito che però, a mio parere, gli da un tono più leggero.

Oxxxymiron

oxxxymiron

Passiamo ora ad un artista completamente diverso rispetto ai precedenti sia per i testi che per le basi. I suoi Le rime caustiche e crude sono il riflesso di un’infanzia turbata e della gioventù bruciata di un ragazzo che è stato sballottato tra Russia, Germania e UK vivendo sempre in condizioni economiche a dir poco precarie. Per quel che riguarda il suono, può essere tranquillamente inserito in quell'”ondata trap” partita dall’America e che si è ultimamente diffusa anche in Europa.

Сплин (Spleen)

сплин

Ed ecco a voi un gruppo direttamente dagli anni ’90 che è ancora sulla cresta dell’onda.

Il nome di questa intramontabile rispecchia pienamente, io credo, la loro filosofia e la loro idea di cosa sia la musica russa. Dico questo perché nelle loro canzoni si avverte tutto il loro Spleen, trasmesso magistralmente attraverso melodie, basi strumentali e testi che parlano di storie d’amore finite o del ciclo della vita. C’è da dire, però, che il loro repertorio non è tutto qui. In alcune canzoni, dai suoni che ricordano quelli di una ballata medioevale, trattano anche temi un po’ più allegri immergendo l’ascoltatore in un’atmosfera più tendente al soft-rock o al folk.

Земфира (Zemfira)

земфира

Ultima ma non per importanza abbiamo Земфира per tutti gli amanti del rock ‘n’ roll. Le sue canzoni hanno un tono triste, quel tipo di rock che io adoro, energico ma allo stesso tempo delicato. Con tutta probabilità questo effetto è dato dalle basi strumentali molto pulite(solitamente si tratta solo di chitarra acustica/elettrica con un sottofondo di batteria). E a questo contribuiscono, senza dubbio, anche i testi malinconici che spesso parlano d’amore, finito o sbocciato, o di addii e ci trasmettono la sensazione di solitudine interiore dell’artista.

Chiaramente non possiamo paragonare le lente melodie di Zemfira alla musica potente ed adrenalinica di Metallica o ACDC. Ma credo anche lei abbia il suo perché, soprattutto se ascoltata o suonata durante una serata sulla spiaggia davanti ad un falò in compagnia di amici.

Direi che per la serie “Musica russa per principianti” è tutto. Spero che i miei suggerimenti musicali si siano di vostro gradimento e che si rivelino utili nell’aiutarvi a raggiungere gli obiettivi che vi siete prefissati.

Ah, un’ultima cosa: se vi interessasse avere accesso a un vasto portale di musica russa a buon prezzo, vi consiglio di scarica Yandex Musica. Si trova sia su Google Play che Apple Appstore a circa 2,5€/mese.

Leave a reply