Piccolo dizionario dell’autunno

L’autunno è uno dei periodi più belli e colorati dell’anno. È una stagione piena di poesia in cui la Russia si mostra in tutta la sua bellezza: gli alberi si spogliano lasciandosi alle spalle l’estate, ogni cosa si ricopre d’oro e la natura risplende dei colori della terra. Ecco a voi un piccolo dizionario contenente alcune parole ed espressioni legate all’autunno russo!

1) Бабье лето (Estate di San Martino)

Un’ultima ondata di tepore: durante la Babie lieto, alla fine di settembre o nella prima metà di ottobre, i russi possono ancora godersi un po’ di sole e di bel tempo prima di affrontare il gelido inverno. Letteralmente “l’estate delle anziane”, perché le donne di una certa età possono ancora sentire sulla pelle il calore del sole autunnale. Ma da dove deriva l’espressione “Babie leto”? Le sue origini risalgono al tempo in cui l’economia russa era basata  soprattutto sull’agricoltura: in questo periodo i contadini terminavano il proprio lavoro nei campi e le donne erano indaffarate nelle faccende domestiche.

2) Золотая осень (Autunno d’oro)

Da fine settembre a metà ottobre in Russia regna la Золотая осень – l’autunno d’oro. Come un pittore, l’autunno d’oro dipinge ogni cosa di rosso, arancione e giallo. Le foglie degli alberi luccicano al sole rendendo questa stagione la più romantica in assoluto. Nonostante si tratti di una stagione malinconica, perché le giornate sono visibilmente più corte e la minaccia del freddo autunnale aleggia già nel vento, l’autunno era la stagione preferita di Pushkin e ha ispirato molte delle sue poesie. Nella poesia “Autunno”, Pushkin chiama questo periodo dell’anno “mesta stagione,” e allo stesso tempo “incanto degli occhi”.

3) Листопад (Caduta delle foglie)

L’autunno è una stagione suggestiva, basti pensare alle foglie cullate dal vento e alle chiome dorate degli alberi che ancora resistono: un ultimo spettacolo prima dell’arrivo dell’inverno, in una parola листопад. Листопад significa “caduta delle foglie”, da лист (foglie) e падать (cadere).

 

 

4) Ходить за грибами (Andare a funghi)

In autunno un coltello affilato e un cestino sono i migliori amici di un russo! Se siete amanti dei funghi vi consiglio di visitare la Russia in autunno: andare a funghi è molto popolare in Russia, anzi è una vera e propria tradizione. La stagione della raccolta dei funghi va da settembre fino a metà ottobre, in Russia si possono trovare più di 200 tipi di funghi commestibili e alcuni sono tra i più buoni al mondo. I funghi hanno sempre fatto parte della dieta russa: erano fondamentali per le popolazioni slave durante i periodi di carestia poiché molto nutrienti; dal X secolo, da quando l’ortodossia fu introdotta in Russia, i funghi sostituiscono la carne nei piatti tradizionali durante la Quaresima. E non dimentichiamo che sono buonissimi!

5) Грибной дождь (Pioggia di funghi)

Letteralmente “pioggia di funghi”, per gribnoy dozhd’ s’intende una pioggerellina durante i giorni di sole, che crea condizioni favorevoli per la crescita dei funghi. Una pioggia debole crea un microclima ideale per i funghi; se la pioggia è troppo abbondante, al contrario, il terreno viene saturato dall’umidità e congela. Gribnoy dozhd’ è anche chiamata слепой дождь, letteralmente “pioggia cieca”.

 

Eccolo qui il nostro dizionarietto dell’autunno! Spero di avervi dato un’idea attraverso questo post di quanto la Russia sia bella in autunno!

Krizia Zappalà

Posted by Krizia Zappalà

Hello! I'm Krizia from Italy, I'll be interning at Liden & Denz in Saint Petersburg until the end of September. I hope you'll enjoy the blog and find useful informations about this wonderful city!

Leave a reply